22:55 , 22 Nov 2017
Archivio stampa Immagini Libri Video Collegamenti Mappa sito Meteo
Rubriche Il commento Salute e dintorni Informatica Storia Le ricette Pesce e pesca
Riunito a Palazzo Manzioli il Consiglio della CAN di Isola

Mercoledì, 13 Luglio 2016 - 22:20 Stampa la notizia: Riunito a Palazzo Manzioli il Consiglio della CAN di Isola


Tra gli altri punti all'ordine del giorno, il massimo organo della Comunità Autogestita della Nazionalità Italiana di Isola ha approvato la Relazione finanziaria e dell'attività svolta nel primo semestre di quest'anno e l'avvio, presso la CAN isolana, dell'Ufficio per il bilinguismo.

.
.
Il presidente Marko Gregorič

 

La quindicesima seduta ordinaria del Consiglio della Comunità Autogestita della Nazionalità Italiana di Isola, guidata dal presidente Marko Gregorič, ha aperto i lavori con il punto riguardante la relazione finanziaria e dell'attività svolta nel primo semestre di quest'anno.

Nel presentare il documento, la relatrice Agnese Babič ha spiegato che in questo periodo di tempo la CAN di Isola ha continuato con la propria attività in conformità alle previsioni del propri Piano finanziario e Programma culturale per il 2016 e dei contratti di finanziamento della CAN da parte del Comune di Isola e della Comunità Autogestita Costiera per la parte proveniente dal Ministero sloveno per la cultura. Le entrate di questi sei mesi sono ammontate a 189.486,80 euro – quasi l'80% provenienti dal Comune e quasi il 16% dal Ministero per la cultura. Le spese sono state di 173.385,99 euro - quasi la metà è stata destinata alle attività culturali e di aggregazione mentre l'altra metà all'attività politica e a quella degli organismi decisionali, alle spese materiali e d'investimento nonché a quelle per il servizio professionale. A sua volta la CAN ha stipulato i Contratti di finanziamento per il programma culturale 2016 con le due associazioni, la Comunità degli Italiani Pasquale Besenghi degli Ughi e la Comunità degli Italiani Dante Alighieri.

La relatrice, addetta per le questioni organizzative e dirigenziali della CAN, ha sottolineato che tutti gli obiettivi preposti sono stati realizzati in modo efficiente e con successo e gestendo i mezzi in modo oculato, da buon amministratore.

Nel prosieguo della seduta, è stato prorogato il prestito finanziario concesso al Comune di Isola ammontante a 20.000 euro. È stata pure approvata la proposta, su richiesta motivata della CAN, di scioglimento degli accordi di collaborazione con la CI Pasquale Besenghi degli Ughi inerenti la gestione amministrativo-organizzativa di quest'ultima.

Il Consiglio ha dato altresì il via libera all'apertura dell'Ufficio per il bilinguismo. L'iniziativa, volta al monitoraggio del rispetto dei diritti del gruppo nazionale italiano di Isola, è partita dalla CAN isolana stessa ma è stata più volte sollecitata pure dagli organi competenti governativi. L'ufficio, che opererà in seno alla CAN di Isola e sarà parte del suo servizio professionale, raccoglierà le denunce e i suggerimenti dei connazionali per poi inoltrarli ai fori competenti. A tale scopo verrà pure attivata un'apposita e-mail.

Al termine della seduta, il Consiglio ha proceduto ad alcune nomine: della Commissione per il Premio Isola d'Istria faranno parte Teura Raschini, Andrea Šumenjak e Agnese Babič, a segretario della Commissione per gli elenchi elettorali è stata nominata Clio Diabatè (nuova assunta al Servizio professionale della CAN) mentre Agnese Babič prenderà le redini del responsabile per le questioni attinenti la conservazione e la valorizzazione del Cimitero storico di Isola, incarico svolto egregiamente in passato dal recentemente scomparso Silvano Sau.


Violenza? Non ci sto!
di Andrea Šumenjak

Rieccoci dopo la breve pausa estiva, pronti a riprendere il nostro lavoro. Mentre ancora mi trovavo a Cherso, dove ormai dal 1980 la mia famiglia trascorre le vacanze estive, valutavo il taglio da dare al fondo di settembre. Purtroppo, le tristi vicende di quel lunedì nero all’Ospedale di Isola, mi hanno fatto prendere la decisione di soffermarmi sul problema della violenza.

Conosco tante persone che hanno problemi, anche molto seri, di salute. Conosco anche molti medici e so quanto pesante sia il loro lavoro. Conosco anche i problemi del sistema sanitario che, se dal punto di vista tecnologico è sempre più all’avanguardia, dal punto di vista sociale.... Continua


Consigliamo anche...
Il commento