00:33 , 21 Set 2019
Archivio stampa Immagini Libri Video Collegamenti Mappa sito Meteo
Rubriche Il commento Salute e dintorni Informatica Storia Le ricette Pesce e pesca
Vedi tutti gli articoli di questo argomento.

A commento: un piccolo scambio di e-mail.
Martedì, 03 Giugno 2008 - 21:45

Sul sito del Mandracchio qualche giorno fa ricevemmo una richiesta di informazioni sulla Scuola italiana di Isola. Rispondemmo, inviando quelle poche righe di dati richiesti. La risposta venne da molto lontano e, per la simpatia che esprime, la pubblichiamo a commento delle nostre istituzioni scolastiche.

L’Isola che credevamo un Paese felice
Domenica, 01 Giugno 2008 - 21:25

Credevamo, noi Isolani, di appartenere ad un mondo felice, cullato dall’aria proveniente dal tiepido Mediterraneo che i gelidi venti del nord non avrebbero mai potuto scalfire. Gente modesta e laboriosa, come lo è stata da che memoria d’uomo, scritta o vissuta, ricordi. Oggi, di fronte al disastro portato in campo dai raggruppamenti politici di sinistra, di destra e di centro, dobbiamo ricrederci: la favola dell’Isola felice non esiste più!

Italiani a Isola - stranieri a casa propria
Giovedì, 22 Maggio 2008 - 14:47

Un paio di settimane fa la stampa locale ha pubblicato una lunga lettera anonima che lamentava una non soddisfacente presenza della lingua italiana in quanto lingua d’ambiente nelle scuole slovene. Un lettera, a quanto ne sappiamo, che seppur anonima è stata spedita anche al Ministero per l’istruzione.Una situazione, vi si rileva, dovuta vuoi all’insegnante, vuoi alla carenza del necessario numero di ore d’insegnamento (due alla settimana), vuoi alle poche possibilità di praticarla quotidianamente, soprattutto fuori dal centro urbano. Di conseguenza, gli alunni non soltanto imparano male quella che è la lingua del vicino, ma addirittura ne provano astio e insofferenza.

Il riscatto politico degli Italiani
Giovedì, 17 Aprile 2008 - 17:26

Dobbiamo dire sinceramente che appena iniziato lo spoglio delle schede elettorali del voto politico di domenica e lunedì in Italia, pure nella nostra veste di elettori ancorché residenti all’estero, eravamo stati presi da un senso di sconforto: in Italia anche queste elezioni avrebbero confermato lo status quo: cambiano i personaggi al governo, ma tutto il resto rimane impaludato nella logica della frantumazione politica. 
Comune di Isola: la metà più uno che non c'è...
Giovedì, 10 Aprile 2008 - 15:01

Esiste un sistema fondamentale nelle democrazie parlamentari: per governare un Paese, una regione, un Comune, o anche semplicemente un’associazione di giocatori di bocce, è necessario disporre della metà più uno dei voti assembleari, disporre cioè della cosiddetta “Maggioranza”. Voler governare senza disporre della fiducia dell’Assemblea, del Consiglio Comunale o del Parlamento, può venir interpretato come tentativo di introdurre un regime di sopraffazione da parte di pochi a danno sulla maggioranza.

Violenza? Non ci sto!
di Andrea Šumenjak

Rieccoci dopo la breve pausa estiva, pronti a riprendere il nostro lavoro. Mentre ancora mi trovavo a Cherso, dove ormai dal 1980 la mia famiglia trascorre le vacanze estive, valutavo il taglio da dare al fondo di settembre. Purtroppo, le tristi vicende di quel lunedì nero all’Ospedale di Isola, mi hanno fatto prendere la decisione di soffermarmi sul problema della violenza.

Conosco tante persone che hanno problemi, anche molto seri, di salute. Conosco anche molti medici e so quanto pesante sia il loro lavoro. Conosco anche i problemi del sistema sanitario che, se dal punto di vista tecnologico è sempre più all’avanguardia, dal punto di vista sociale.... Continua


Consigliamo anche...
Il commento